Il piano particolareggiato per l’aerea rurale situata ad ovest del centro abitato di Reggio Emilia e denominata “Parco Ottavi” è frutto di una procedura partecipata a partire dal concorso internazionale ad inviti bandito nel 2001 e di un lungo iter progettuale che, come obiettivo primo, prende in esame l’integrazione con il contesto e lo sviluppo dei nuovi tracciati delle linee infrastrutturali. L’area si presenta come grande cuneo agricolo diviso in due comparti attraversati da una linea ferroviaria provinciale (la Reggio Emilia – Ciano d’Enza) destinata a divenire metropolitana leggera e da un nuovo asse stradale di penetrazione. Un' “agorà”, invece, è posta sopra la ferrovia e contiene i parcheggi e la fermata della metropolitana: su di essa si articolano spazi pubblici, commerciali e servizi. Il fulcro dell’intera area è occupato da circa 23 ettari di parco pubblico delimitato da un circuito percorribile disegnato a mandorla. Al di fuori dell’anello ellittico, il progetto prevede la realizzazione di cortine residenziali pensate come grandi corti circondate dal verde.

Crediti:

Isolarchitetti, CCDP-Centro Cooperativo Di Progettazione Srl

Committente: CMR Cooperativa Muratori di Reggiolo (RE), Parco Ottavi Srl, Reggio Emilia

Impresa: CMR Cooperativa Muratori di Reggiolo (RE)

Fotografie: Bruno Cattani